Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Asia, etilene spot in calo per aumento livelli di offerta

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 07/07/2015 (10:34)
Durante l’ultima settimana, i prezzi spot dell’etilene in Asia sono diminuiti. Sebbene i prezzi spot della nafta suggeriscano solo dei piccoli cambiamenti sulla settimana, il crollo dei costi dell’etilene è dovuto al miglioramento dei livelli di offerta per il riavvio dei cracker a giugno dopo i fermi impianto per manutenzione.

I prezzi spot dell’etilene sono scesi di circa $100/ton CFR Nordest Asiatico alla fine della scorsa settimana. Secondo quanto riportato dai player nella regione, anche le offerte su base CFR Sudest Asiatico sono diminuite di $110/ton su base settimanale. E’ stato riferito che la disponibilità è più ampia nel Sudest Asiatico; per questo motivo, i prezzi in questa regione hanno registrato una diminuzione maggiore.



I player hanno riportato che i livelli di offerta sono aumentati a seguito della fine della stagione delle manutenzioni in Asia. Nel mese di giugno, i principali produttori dell’Asia hanno riavviato i loro cracker, per una capacità produttiva totale di oltre 3 milioni di ton/anno.

In Cina, Dushanzi Petrochemical ha riavviato i cracker a nafta a Dushanzi (Xinjiang) a metà giugno. I due cracker, che hanno una capacità combinata di circa 1.2 milioni ton/anno di etilene, erano stati chiusi per la manutenzione annuale attorno a metà aprile. Il cracker n.1 di YNCC a Yeosu (Corea del Sud) ha ripreso le operazioni il 16 giugno, come previsto. Il cracker, che è in grado di produrre circa 860,000 ton/anno di etilene, era stato chiuso per un mese di manutenzione a metà maggio.

Anche Idemitsu Kosan ha riavviato il cracker da 620,000 ton/anno a Tokuyama il 21 giugno. Prima dell’unità di Tokuyama, il cracker della società a Chiba, con una capacità di circa 374,000 ton/anno, aveva ripreso le operazioni il 5 giugno.

Mitsubishi Chemical ha riavviato il cracker a Mizushima (Giappone) durante l’ultima settimana di giugno dopo una chiusura per manutenzione e ampliamento iniziata il 20 maggio. Il cracker ha ora una capacità produttiva di 570,000 ton/anno di etilene.

Oltre all’aumento della produzione dei cracker, anche i carichi extraregionali in arrivo dal Medio Oriente hanno esercitato una pressione ribassista sul mercato.
Prova Gratuita
Login