Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, emergono attese per chiusure contratti dei monomeri di ottobre

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 24/09/2015 (11:37)
In Europa, i player stanno esprimendo le loro attese per la chiusura dei nuovi contratti dei monomeri in quanto si sta avvicinando la fine di settembre. Se da una parte ci si aspettano nuove diminuzioni di prezzo per ottobre, i prezzi del propilene sembrano subire una pressione ribassista più forte rispetto all’etilene. Queste proiezioni sono dettate dal fatto che i prezzi spot del propilene sono scesi di €220/ton dall’inizio di settembre mentre i prezzi spot dell’etilene sono diminuiti di €50/ton nello stesso periodo.

Nel mercato del PP, questa settimana le trattative per settembre sono state chiuse con diminuzioni fino a €150/ton. Per quanto riguarda il contratto del propilene di ottobre, secondo i player potrebbe essere registrato un calo di €50-80/ton.

Un agente di un produttore del nord Europa in Italia ha osservato “L’offerta di PP è stata sufficiente questo mese, mentre la domanda è stata soddisfacente. Abbiamo venduto il materiale con riduzioni di €130/ton su agosto. Il nuovo contratto del propilene verrà probabilmente chiuso in ribasso, sebbene non siamo certi di quanto”. Un altro venditore si aspetta un calo di €50/ton sul contratto.

Un distributore in Italia ha limitato la disponibilità del PP iniezione, mentre ha venduto BOPP e PP rafia con diminuzioni di circa €150/ton sul mese. Il distributore ha affermato “Il mercato del PP sta subendo una pressione ribassista più forte rispetto a quello del PE”. Un trader in Belgio ha venduto PP dal nord Europa con sconti di €120-130/ton affermando “La domanda è stata buona nella prima settimana di settembre, ma è diminuita in modo considerevole di recente, poiché i buyer sono inattivi, in attesa di ulteriori tagli di prezzo a ottobre”.

Dalla parte dei buyer, un trasformatore di PP ha acquistato solamente volumi ridotti, perché ha ancora delle scorte dagli ultimi due mesi. Il trasformatore ha affermato “Ci aspettiamo diminuzioni di almeno €70-80/ton sul contratto del propilene di ottobre”.

Intanto, INEOS ha dichiarato forza maggiore sul PP dallo stabilimento di Grangemouth, Regno Unito. L’unità da 285,000 ton/anno era stata chiusa in precedenza per una manutenzione programmata all’inizio di agosto.



Fonte: Price Wizard di ChemOrbis

Per quanto riguarda il nuovo contratto dell’etilene, non è atteso un forte calo, in quanto i prezzi spot della nafta sono rimasti per lo più stabili rispetto all’inizio di settembre. Le attese sono da rollover fino a diminuzioni di €20-40/ton.

Nel mercato del PE, le trattative indicano sconti aggiuntivi di €60-90/ton rispetto agli annunci di inizio settembre, mentre l’entità delle diminuzioni ammonta a €100-180/ton su base mensile.

Un distributore di PE del sud Europa ha applicato riduzioni di €100/ton su agosto, commentando che questo mese la sua disponibilità non è ampia, a causa della manutenzione dell’impianto del suo fornitore. Un distributore in Germania ha già esaurito le sue allocazioni di PE, in quanto i suoi clienti hanno coperto i loro bisogni nella prima metà di settembre. Il distributore prevede diminuzioni minori per il nuovo contratto dell’etilene. Un distributore in Italia ha osservato “Le attese sono per un calo di €20-30/ton del contratto dell’etilene”.

I trasformatori di packaging in Italia e in Germania hanno commentato “Abbiamo acquistato solamente secondo necessità questo mese, perché ci aspettiamo sconti ulteriori, seppur modesti, sui prezzi del PE a ottobre”.
Prova Gratuita
Login