Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, prezzi spot etilene e propilene in forte rialzo

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 17/11/2015 (10:40)
In Europa, i prezzi spot dell’etilene e del propilene hanno registrato aumenti a tre cifre alla fine della scorsa settimana. Il recente rialzo dei prezzi dei monomeri è stato attribuito all’inatteso fermo impianto del cracker di Shell a Moerdijk, dato che i costi spot della nafta restano in calo, con prezzi riportati sotto la soglia di $400/ton su base CIF NWE alla fine della scorsa settimana.

Il cracker di Shell a Moerdijk (Paesi Bassi) è stato chiuso dopo lo scoppio di un incendio l’11 novembre. La società ha di conseguenza dichiarato forza maggiore sull’etilene e sul propilene dal sito. Sebbene la data del riavvio non sia ancora stata comunicata, i player non si aspettano che il cracker riprenda le operazioni nelle prossime settimane. Il cracker ha una capacità produttiva di 900,000 ton/anno di etilene e di 450,000 ton/anno di propilene.

I prezzi spot dell’etilene sono aumentati di oltre €160/ton sulla settimana, salendo sopra la soglia di €900/ton su base FD NWE alla fine della scorsa settimana, a causa dei problemi di offerta per il fermo impianto di Shell. I nuovi livelli di prezzo sono stati per lo più riportati per i carichi in pronta consegna.

Anche i prezzi spot del propilene sono incrementati di oltre €130/ton alla fine della scorsa settimana, con i prezzi che hanno registrato l’aumento più forte il 13 novembre. In aggiunta al fermo di Shell, alla fine della scorsa settimana è iniziata anche la manutenzione programmata dell’unità di PDH da 480,000 ton/anno a Kallo di Borealis, che dovrebbe durate per due settimane.


Prova Gratuita
Login