Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Idee di vendita PP di luglio, prezzi in calo in Europa

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 30/06/2015 (11:43)
Dopo aver seguito un trend rialzista dal mese di marzo, il mercato europeo del PP ha registrato delle diminuzioni a giugno. Per luglio, sono attese ulteriori riduzioni dato che i prezzi iniziali e le idee di vendita per il PP stanno emergendo a livelli più bassi in linea con il contratto del propilene che è stato chiuso in calo di €20/ton su giugno verso la fine della scorsa settimana.

Un produttore del nord Europa ha espresso le idee di vendita per luglio con diminuzioni di €20/ton sul mese per il calo del monomero, dopo aver chiuso i GA di giugno in rialzo di €30-40/ton. Una fonte del produttore ha affermato che questa settimana parleranno della loro politica di prezzo per luglio e non escludono la possibilità di applicare sconti maggiori a meno che la domanda non sia buona.

In Germania, un distributore ha annunciato le offerte iniziali per luglio con sconti di €20/ton su giugno per PP dal nord Europa, commentando “Non abbiamo intensione di concedere riduzioni oltre il calo del propilene in quanto la disponibilità del nostro fornitore è ancora corta”. Un altro distributore ha abbassato i prezzi del PP di €20/ton per luglio in linea con la chiusura del contratto del monomero. Il venditore ha affermato “L’offerta di PP è migliore rispetto al PE. Ci aspettiamo di vedere una domanda più scarsa questo mese”.

Un altro distributore in Belgio ha riportato “Non abbiamo ancora contattato il nostro fornitore per le offerte di luglio. Tuttavia, la disponibilità di PP resta limitata nel nord Europa così crediamo che il nostro fornitore potrebbe mantenere stabili i suoi prezzi o limitare le riduzioni alla diminuzione di €20/ton del propilene”.

In Italia, un distributore ha rivelato le sue idee di vendita per luglio in calo di €40/ton per il PP dal nord Europa. Il venditore ha affermato che ha intenzione di applicare maggiori riduzioni rispetto a quella del contratto del propilene poiché i suoi prezzi erano riportati sui massimi dei range complessivi spot. Intanto, un agente di un altro produttore del nord Europa non ha escluso la possibilità di rollover e ha commentato che i trasformatori hanno scorte basse. Un trasformatore ha riferito di aver acquistato materiale con sconti più ampi alla fine di giugno. Il buyer si aspetta di vedere diminuzioni di €20/ton sui prezzi del PP per luglio.

Per quanto riguarda le notizie di produzione, la scorsa settimana fonti di mercato hanno riportato che LyondellBasell ha riavviato l’impianto di PP di Brindisi. Tuttavia, resta in vigore la forza maggiore dichiarata dalla società a metà giungo. Intanto, tre impianti di PP in Europa sono ancora inattivi, ma dovrebbero essere riavviati presto in quanto i cracker di Versalis e BP Refining & Petrochemicals dovevano riprendere le operazioni alla fine di giugno, oltre a quello di Naphtachimie a Lavera, Francia.
Prova Gratuita
Login