Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player Indonesia reagiscono a nuove norme sull’uso della rupia

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 06/07/2015 (11:47)
I player in Indonesia hanno iniziato a reagire alle nuove norme che regolano l’uso della rupia nelle transazioni locali. Le nuove norme sono in vigore dal 1 luglio. In precedenza, la maggior parte delle transazioni locali nel mercato dei polimeri dell’Indonesia veniva conclusa in dollari USA. La banca centrale dell’Indonesia ha affermato che le norme mirano a ridurre la dipendenza del paese dalle valute extraregionali come il dollaro USA. Quest’anno la rupia è scesa al livello più basso da molti anni rispetto al dollaro USA.

Un distributore ha commentato “Per ora continuiamo a prediligere l’uso del dollaro piuttosto che quello della rupia, in quanto non sappiamo se i tassi di cambio per la rupia verranno fissati su base giornaliera o mensile”. Un altro distributore ha aggiunto “Al momento, sembra che la maggior parte dei venditori stia usando i tassi di cambio ufficiali della banca per la rupia nelle transazioni, ma alcuni dei nostri clienti si lamentano che i produttori insistano per tassi più alti. Secondo le nostre stime, i buyer più grandi non sembrano contenti delle nuove norme poiché possono ottenere solo un piccolo sconto di circa 70 rupie sul dollaro USA nelle maggiori transazioni. I piccoli buyer, invece, sono contenti delle nuove norme in quanto credono che concludere le transazioni nella valuta locale aiuterà a stabilizzare i costi operativi”.

Un terzo distributore ha affermato “I tassi di cambio che offriamo ai clienti variano a seconda dei termini di pagamento. Per i buyer che pagano in cash riportiamo il tasso della banca per il giorno della transazione, mentre per i clienti che acquistano con pagamento differito chiediamo un tasso più alto per aiutarci a bilanciare il rischio del tasso di cambio”.

Una fonte di un produttore di poliolefine dell’Indonesia ha affermato “Per ora il mercato locale è tranquillo perché molti buyer hanno rifornito le scorte negli ultimi giorni di giugno prima che entrassero in vigore le nuove norme. Stiamo ancora discutendo su come fissare i nostri prezzi in rupia. Solitamente, aggiorniamo i nostri tassi di cambio tra rupia e dollaro USA ogni ora, ma questo potrebbe essere difficile da mantenere con i prezzi in valuta locale. La maggior parte dei nostri clienti continua a chiedere i prezzi in dollaro e crediamo che ci vorranno ancora uno o due mesi prima che sia chiaro l’effetto della nuova politica. Speriamo di annunciare le nostre nuove politiche di prezzo in rupia entro il prossimo lunedì”.

Una fonte di un altro produttore locale ha aggiunto “Abbiamo mantenuto stabili i nostri prezzi di listino nella conversione dal dollaro alla rupia e continueremo a mantenere costanti i prezzi in dollaro fino a che decideremo il nuovo listino di prezzi. La maggior parte dei nostri clienti più piccoli è contenta delle nuove norme”. Una fonte di un produttore domestico di PVC ha riportato “Diversi buyer sono tornati sul mercato ora che possono acquistare in rupia, mentre siamo preoccupati che le oscillazioni del valore del cambio possano influire sul nostro business”. Una fonte di un altro produttore di PVC ha aggiunto “Annunceremo presto i nuovi prezzi in rupia. Ci aspettiamo che all’inizio le nuove norme causeranno un po’ di confusione, soprattutto perché la rupia è al livello più basso registrato degli ultimi cinque anni sul dollaro”. Un distributore ha commentato “Abbiamo sentito che un produttore locale applicherà un tasso di cambio fisso su base mensile per la rupia, mentre la politica di altri produttori non è ancora chiara”.

Per quanto riguarda i buyer, un trasformatore che produce contenitori di plastica ha riportato “Siamo soddisfatti delle nuove norme poiché crediamo che l’uso della valuta locale ridurrà i nostri rischi. Al momento, i nostri fornitori stanno riportando i prezzi in dollaro mentre il prezzo finale sarà pagato in rupie, sulla base del tasso di cambio della banca il giorno in cui viene chiusa la trattativa”. Un produttore di PET bottiglia ha aggiunto “Siamo soddisfatti delle nuove norme poiché non dobbiamo più acquistare in dollaro per assicurarci le materie prime. Ci sentiremo più sicuri quando chiuderemo trattative con pagamento a 30 o 60 giorni in quanto il pagamento in rupie ridurrà il rischio del tasso di cambio”. Un altro produttore di bottiglie ha affermato “Nel lungo termine, crediamo che pagare con la valuta locale sarà una cosa positiva per il mercato. Tuttavia, nel breve termine preferiamo continuare ad acquistare in dollaro perché non è ancora chiaro come funzionerà il nuovo sistema”.
Prova Gratuita
Login