Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player globali: maggiori ribassi per il PP rispetto al PE

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 19/06/2015 (12:42)
I player dei principali mercati delle poliolefine, inclusi Cina, Turchia, Egitto ed Europa, hanno in generale riportato attività di trading ridotte. Questo è in parte attribuito all’inizio del mese di Ramadan nei paesi musulmani il 18 giugno, che sarà poi seguito dalla pausa estiva. L’offerta soddisfacente rappresenta un punto di pressione per il PP in Asia, mentre i costi di produzione più bassi hanno indebolito le attese in Europa. Diversi player sostengono che ci sono varie ragioni per cui i mercati del PP seguono un trend relativamente più ribassista rispetto al PE.

In Cina, i prezzi del PP di importazione sono diminuiti per un’altra settimana a causa della domanda limitata e dell’offerta locale sufficiente, che hanno portato i carichi di PP omo domestici a guadagnare nuovamente un premio sulle importazioni. Nel vicino mercato del Sudest Asiatico sta emergendo un crescente volume di materiale a base carbone di esportazione dalla Cina, riportato sui minimi del range complessivo di importazione del PP omo. Il paese ha visto l’avvio di numerose nuove capacità di PP durante la prima metà del 2014, per oltre 4 milioni di tonnellate di materiale a base carbone e convenzionale, mentre in confronto le nuove capacità di PE sono state inferiori.

Diversi player nel Sudest Asiatico hanno riferito che nella regione viene offerto il PP rafia a base carbone dalla Cina, confermando le voci secondo cui i venditori cinesi sarebbero alla ricerca di luoghi verso i quali destinare le esportazioni, poiché il paese si avvicina all’autosufficienza nella produzione di PP. Tuttavia, nella regione non è stato riportato nessun carico di PE dalla Cina.

In Turchia, le offerte del PP di importazione sono diminuite di $20-30/ton per le origini regolari. Lo scarso interesse all’acquisto nel periodo post elezioni ha portato i prezzi del PE a diminuire rispetto alla scorsa settimana. Una fonte di un produttore dell’Arabia Saudita ha ammesso “Considerata la domanda debole, abbiamo fatto un passo indietro sui nostri prezzi del PP. Crediamo che i prezzi possano abbassarsi ulteriormente a causa della pressione dall’Asia”.

I player sostengono che il PP stia seguendo un trend ribassista con alcuni buyer che si aspettano di vedere riduzioni di $50-100/ton, mentre i prezzi del PE potrebbero anch’essi vedere dei forti cali a luglio. Un trasformatore ha commentato “Sembra che i venditori di PE della Corea stiano tagliando la produzione per evitare di dover concedere grandi sconti. I player non si stanno impegnando a rifornire le scorte, ma se anche lo facessero, le offerte attuali sarebbero per carichi che arriveranno entro agosto-settembre”.

In Egitto, secondo i player del paese, l’inizio del Ramadan esercita ulteriore pressione sul mercato delle poliolefine. Le voci riportano che sono attesi nuovi tagli di prezzo in linea con l’andamento dei mercati globali, mentre l’outlook per il PP è riportato come più debole rispetto a quello del PE. Per quanto riguarda l’offerta, il produttore locale EPPC dovrebbe riavviare il suo impianto di PP entro luglio, dopo averlo chiuso verso la fine di maggio. I player hanno riferito che sono in grado di ottenere dei volumi soddisfacenti per tutti i gradi di HDPE dal produttore domestico SIDPEC.

I prezzi spot del PP in Italia sono stati rivisti in calo dopo delle correzioni sui massimi del range nella scorsa settimana per la resistenza dei buyer. I range di prezzo sono scesi di €20-60/ton, mentre sono emerse attese di offerte in diminuzione a luglio a causa dei costi più bassi della nafta e dell’avvicinarsi dell’inizio della pausa estiva, nonostante la disponibilità limitata. Per quanto riguarda il PE, i player si aspettano di vedere una stabilizzazione nel prossimo mese, in quanto il sentimento non è ribassista come quello del mercato del PP. I prezzi spot del PE sono diminuiti di €20-30/ton sulla settimana in Italia, dopo che i venditori hanno tagliato le loro richieste di aumento.
Prova Gratuita
Login